Lorenzo Sospiri

Esimio Prof. Caffo,

non posso che condividere il Suo pensiero ritenendo che il dovere degli uomini e delle donne che intendano impegnarsi in politica sia quello di porsi al servizio della collettività, concretizzando l’impegno attraverso azioni e strategie sinergiche, volte alla tutela ed alla valorizzazione dell’infanzia e dell’adolescenza.

Ritengo, difatti, che la tutela dell’infanzia e dell’adolescenza rappresenti il pilastro di uno Stato civile e che incida sull’ intero sviluppo socioeconomico del nostro Paese; il fallimento educativo o di protezione dei nostri ragazzi va, infatti, a minare il benessere collettivo futuro, sia in termini di sicurezza sociale che di sviluppo economico del nostro Paese

Pertanto, ringraziando per l’opportunità fornitami, aderisco con profonda convinzione alla grande campagna di attivazione e comunicazione che S.O.S. Telefono Azzurro Onlus lancerà prossimamente impegnandomi, in virtù del supremo principio di legalità e dell’interesse superiore del minore, ad intervenire con proposte di legge che attuino una tutela concreta del diritto dei minori e degli adolescenti a crescere nella propria famiglia, individuando programmi di supporto che aiutino, la stessa, a superare un momento di fragilità.

Particolare attenzione rivolgerò alle famiglie che hanno minori diversamente abili, spesso ignorate, attivando ogni necessaria iniziativa finalizzata a restituire dignità sociale ai genitori attraverso ingresso agevolato in ambito lavorativo e mi farò promotore di strategie politiche di prevenzione al maltrattamento e violenza sui minori in famiglia, stimolando l’adozione di modalità di accertamento che non consentano ingresso ad errori di valutazioni

Torna alla home