In merito ai possibili provvedimenti di chiusura delle scuole, il Presidente di Telefono Azzurro, Professor Ernesto Caffo, ha dichiarato:

In relazione all’emergenza sanitaria, Telefono Azzurro confida nelle Istituzioni affinchè si confrontino con la necessità di mettere in campo tutte le misure necessarie per tutelare la sicurezza dei cittadini. Tuttavia, i bambini e i ragazzi non possono rinunciare ancora una volta alla scuola: si troverebbero di nuovo a pagare in modo sproporzionato le conseguenze di questa emergenza. L’istruzione, che è un diritto fondamentale, trova infatti nella didattica in presenza una componente cruciale per la formazione e la costruzione di relazioni sociali, amicali e affettive. La scuola oltre a potenziare lo sviluppo cognitivo, deve continuare a rappresentare il luogo dove si fondano le competenze che nascono rapportandosi con gli altri. Si consideri, inoltre, che le famiglie più fragili risulterebbero le maggiormente colpite dalla chiusura delle scuole e dalla conseguente adozione della didattica a distanza, come già avvenuto, creando disuguaglianze tra gli studenti. E’ necessario, quindi, che la scuola resti aperta: per garantire istruzione e una sana crescita, nel pieno e completo rispetto dei protocolli ma anche del benessere psico-fisico dei più giovani”.

16 Ottobre 2020

Sempre al tuo fianco

Nessun problema è troppo grande o troppo piccolo. Siamo qui per te 24 ore al giorno, 7 giorni a settimana.

Chiama 19696

Quando hai bisogno di parlare, chiamare è il modo più veloce

Chatta con noi

Connettiti con un nostro operatore in real-time con la nostra webchat

Scrivici

Preferisci scriverci? Nessun problema, contattaci via e-mail

Clicca e Segnala

Hai trovato
contenuti illeciti
e/o inadeguati?