Il Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, ha incontrato il 26 febbraio 2020 al Quirinale il Professor Ernesto Caffo, fondatore e presidente di Telefono Azzurro e membro nella commissione pontificia per la protezione dei minori, insieme a una delegazione di Telefono Azzurro, composta da Sandra Cioffi, vicepresidente dell’associazione, Giuseppe Magno, Caterina Minotti e Ivano Spallanzani.

Il Professore Caffo ha presentato i risultati del lavoro dell’associazione che da anni ascolta le richieste di aiuto di bambini e adolescenti, ponendo oggi nell’era digitale particolare attenzione alle tematiche che riguardano la loro sicurezza online.

Così il Professore Ernesto Caffo: “Abbiamo trasformato l’ascolto in risposta e in azione predisponendo, a partire dall’attività della nostra Linea di Ascolto e Consulenza 1.96.96 e 116000 per Minori Scomparsi e il Servizio 114 Emergenza Infanzia, un sistema organico di intervento per dare un aiuto immediato.

Lungo questo percorso, ci siamo trovati a dover sviluppare nuove reti che abbiano al centro i diritti dei bambini e degli adolescenti ma occorre una sempre maggiore collaborazione a livello internazionale sapendo che la sfida sarà sempre di più nel mondo digitale.

È urgente sviluppare percorsi formativi e di apprendimento diretti ai diversi target (genitori, insegnanti, professionisti dell’infanzia) al fine di ampliare la conoscenza sui fenomeni, supportare nel riconoscimento e nella gestione di situazione critiche, condividere procedere e percorsi di segnalazione di problematiche.

È necessario affrontare il rapporto bambini e digitale con competenze specifiche e validate, unendo contributi di diverse discipline e professionalità al fine di condividere un percorso comune e guidare i processi di policy nazionali e internazionali avvicinando così l’Italia a standard di sicurezza in linea con gli altri Paesi”.

Telefono Azzurro è stata la prima associazione in Italia e tra le più innovative nel mondo a sviluppare un modello di ascolto sulla base dei bisogni che i bambini ci esprimono e, in virtù delle nostre competenze e della nostra storia, intende ricoprire un ruolo centrale di primo piano in materia di salvaguardia e tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

27 Febbraio 2020

Potrebbe interessarti anche...

Sempre al tuo fianco

Nessun problema è troppo grande o troppo piccolo. Siamo qui per te 24 ore al giorno, 7 giorni a settimana.

Chiama 19696

Quando hai bisogno di parlare, chiamare è il modo più veloce

Chatta con noi

Connettiti con un nostro operatore in real-time con la nostra webchat

Scrivici

Preferisci scriverci? Nessun problema, contattaci via e-mail

Clicca e Segnala

Hai trovato
contenuti illeciti
e/o inadeguati?