Insegnare ai bambini a gestire le loro paure è l’obiettivo della seconda sfida del progetto di home schooling lanciato da Telefono Azzurro e Future Education Modena. In questa seconda sfida gli studenti, accompagnati dai docenti o dai genitori, dovranno mettere alla prova le loro competenze empatiche ma anche di analisi e di sintesi, scrivendo una sceneggiatura per un fumetto che spieghi in modo semplice a un alunno della scuola primaria che cos’è la paura e come fare a gestirla anche in un periodo complesso come quello che stiamo vivendo.

Nel progetto SFIDE il ruolo degli adolescenti, mediato dall’aiuto dei genitori e degli insegnanti, è fondamentale perché, oltre a possedere gli strumenti e le capacità per capire cosa sta accadendo, hanno il bisogno di sentirsi coinvolti e responsabilizzati. Gli studenti avranno, in questo modo, l’opportunità di aiutare i bambini a capire il Coronavirus e a dare un nome alle proprie emozioni e paure, mettendo in campo l’empatia e l’altruismo, nonché il proprio senso di responsabilità.

I bambini stanno vivendo una situazione diversa rispetto alla loro solita routine: la sospensione delle scuole e delle attività sportive, i cambiamenti della quotidianità, l’assenza di contattati sociali possono costituire esperienze stressanti. Inoltre, i notiziari e i giornali riportano principalmente notizie riguardanti l’emergenza Coronavirus e in assenza di un’adeguata rielaborazione, la situazione può causare confusione, smarrimento, disorientamento, ma anche sentimenti di disagio e paure, minando il senso di stabilità e di sicurezza.

Nei bambini, i timori e le angosce possono manifestarsi in diverse modalità: reazioni psico-somatiche, calo di interesse per le attività quotidiane, angosce per il benessere dei propri cari, disturbi del sonno, frequenti e ripetitive domande sul tema, pianti inconsolabili e sentimenti di tristezza e improvvise manifestazioni di aggressività. In questo contesto, gli adulti ricoprono un ruolo fondamentale nel riconoscimento delle situazioni di disagio e nella gestione di eventuali problematiche.

20 Marzo 2020

Potrebbe interessarti anche...

Sempre al tuo fianco

Nessun problema è troppo grande o troppo piccolo. Siamo qui per te 24 ore al giorno, 7 giorni a settimana.

Chiama 19696

Quando hai bisogno di parlare, chiamare è il modo più veloce

Chatta con noi

Connettiti con un nostro operatore in real-time con la nostra webchat

Scrivici

Preferisci scriverci? Nessun problema, contattaci via e-mail

Clicca e Segnala

Hai trovato
contenuti illeciti
e/o inadeguati?