5 febbraio – Il secondo incontro dei partner del progetto europeo intitolato “Leaving with Care – Living with Care” con l’acronimo “CARE” che è cofinanziato dal programma dell’Unione Europea per i Diritti, l’Uguaglianza e la Cittadinanza, si è tenuto online il 2 febbraio.

I membri del personale scientifico di ‘The Smile of the Child’ che è il principale beneficiario del progetto ‘CARE’ e i rappresentanti delle organizzazioni partner: l’organizzazione ‘SOS IL TELEFONO AZZURRO ONLUS’ dall’Italia, l’organizzazione ‘HOPE FOR CHILDREN CRC POLICY CENTER da Cipro e l’organizzazione ‘BRAVE PHONE’ dalla Croazia, hanno partecipato alla riunione online.

Il progetto ‘CARE’ mira alla formazione in ciò che possono fare i primi soccorritori (assistenti sociali, agenti di polizia, medici, operatori delle linee telefoniche di aiuto, responsabili della protezione dei bambini, procuratori) per ridurre il trauma che i bambini possono sperimentare durante i processi di indagine e di rimozione e collocamento fuori da casa.

I rappresentanti delle parti interessate come la polizia, le linee di assistenza, i servizi sociali e medici sono coinvolti in una serie di attività del progetto CARE volte a prevenire, trattare e ridurre qualsiasi esperienza traumatica che i bambini possono sperimentare durante i processi sopra menzionati. 

Nell’ambito del progetto ‘CARE’, durante il secondo incontro, il team del progetto ha esaminato tutte le attività del progetto e i risultati che sono stati completati finora e ha discusso l’attuazione dei primi incontri dei gruppi di lavoro di esperti in Croazia, Italia, Grecia e Cipro con la partecipazione di professionisti degli uffici del pubblico ministero, i servizi sociali e medici, i fornitori e gli operatori di strutture di assistenza residenziale, i fornitori e gli operatori di linee di assistenza e istituzioni educative.

In parallelo, è stata discussa la valutazione dei bisogni di formazione dei “primi soccorritori” (assistenti sociali, agenti di polizia, medici, operatori delle linee di assistenza, procuratori, responsabili della protezione dei bambini), che ha portato allo sviluppo di una serie di approcci europei basati sul trauma, al fine di ridurre il trauma che i bambini possono sperimentare durante i processi di indagine e di rimozione e collocamento fuori dalla famiglia.

Il materiale del progetto “CARE” sarà utilizzato per lo sviluppo di un manuale di raccomandazioni strategiche al fine di individuare, identificare e rispondere meglio agli ACE durante le procedure di indagine, rimozione e collocamento fuori casa, promuovendo al contempo il coordinamento intersettoriale, la cooperazione e la comprensione reciproca tra autorità pubbliche, ONG e istituzioni educative sulle risposte adeguate al trauma degli ACE durante queste procedure.

Alla fine dell’incontro, sono stati discussi i dettagli della qualità, della gestione amministrativa e finanziaria per quanto riguarda la gestione e il coordinamento del progetto, così come le questioni di diffusione e pubblicità. Inoltre, il team di gestione del progetto ha stabilito i prossimi passi dell’attuazione del progetto.

Per ulteriori informazioni sul progetto ‘CARE’, si prega di visitare il suo sito web al seguente indirizzo: www.project-care.eu

Scarica il Comunicato Stampa in PDF.

Il progetto “CARE” (REC-RRAP-GBV-AG-2019-881561) è co-finanziato dal Programma Diritti, Uguaglianza e Cittadinanza dell’Unione Europea (2014-2020). Il contenuto di questa pubblicazione rappresenta solo il punto di vista dell’autore ed è di sua esclusiva responsabilità. La Commissione europea non si assume alcuna responsabilità per l’uso che può essere fatto delle informazioni in essa contenute.


16 Febbraio 2021

Potrebbe interessarti anche...

Sempre al tuo fianco

Nessun problema è troppo grande o troppo piccolo. Siamo qui per te 24 ore al giorno, 7 giorni a settimana.

Chiama 19696

Quando hai bisogno di parlare, chiamare è il modo più veloce

Chatta con noi

Connettiti con un nostro operatore in real-time con la nostra webchat

Scrivici

Preferisci scriverci? Nessun problema, contattaci via e-mail

Clicca e Segnala

Hai trovato
contenuti illeciti
e/o inadeguati?