COME PUOI AIUTARCI

 

  • €50 – Aiutaci ad ascoltarli 

Con 50 euro potrai sostenere una giornata di lavoro di un nostro operatore della Linea di Ascolto e Consulenza 1.96.96 e aiutare bambini e adolescenti vittime di abusi, violenza e maltrattamenti a uscire dal loro silenzio.

  • €100 – Intervieni con noi

Con 100 euro potrai sostenere due giornate di lavoro di un nostro operatore della Linea di Ascolto e Consulenza 1.96.96, attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7, nelle gestione delle richieste di aiuto di bambini e adolescenti in difficoltà.

  • €150 – Sostieni la nostra missione

Con 150 euro sostieni la formazione continua degli operatori della nostra Linea di Ascolto e Consulenza 1.96.96. Per te meno di 50 centesimi al giorno, ma un sostegno prezioso per i bambini che ricevono ascolto e aiuto da Telefono Azzurro.

 

I BAMBINI DOVREBBERO ESSERE I PRIMI DA PROTEGGERE. OGGI SONO GLI ULTIMI.

Lo stato di emergenza sanitaria causato dal Covid-19 ci ha reso tutti parte della stessa storia. Una storia di fragilità, malessere, paura. E mentre noi adulti siamo impegnati nella gestione di questa situazione così complessa e imprevedibile, i bambini e gli adolescenti sono abbandonati a se stessi. Senza riferimenti fondamentali come la vita scolastica e la socialità, ogni loro certezza brucia. E se c’è un problema di violenza domestica , il dramma si aggrava in modo incontrollabile.

In una fase così delicata della vita come quella della crescita, in cui spesso si fatica ad esprimere i propri sentimenti e timori, il senso di allarme e il distanziamento sociale possono provocare un crescente disagio mentale. E non è sempre facile, per i familiari, riconoscerne i segnali.

Nei bambini e adolescenti questa sofferenza si esprime in ansia, depressione, autolesionismo, ideazione suicidaria, disturbi alimentari. Con una prigione in più: quella della tecnologia, che a volte diventa un canale di manipolazione molto pericoloso.

Quanti bambini, in questo momento, soffrono e si sentono soli? Tutti gli stanno voltando le spalle. Stanno gridando aiuto, ma nessuno li vuole ascoltare.

Abusi, violenze e bullismo sono all’ordine del giorno. E Telefono Azzurro, da più di 30 anni. si occupa di contrastare qualsiasi forma di disagio giovanile, prima con l’ascolto, poi con risposte concrete. Dal telefono ai mezzi digitali, a ogni ora del giorno e della notte. La nostra Linea di Ascolto e Consulenza 1.96.96 ha gestito in questi anni oltre 80.000 casi e nel 2019 il 25,7% delle richieste di aiuto ricevute ha riguardato la salute mentale.

Purtroppo nel 2020 i dati sono ancora più drammatici e, confrontando i mesi del lockdown con lo stesso periodo del 2019, si assiste a un aumento del 21% delle richieste di aiuto per questioni riguardanti la salute mentale. L’esplodere della pandemia e queste settimane di incertezza hanno sconvolto il sistema di relazioni personali e a pagare le conseguenze più gravi sono i nostri bambini.

Noi di Telefono Azzurro siamo concretamente vicini ai bambini e adolescenti, ai genitori e agli insegnanti potenziando la nostra Linea di Ascolto e Consulenza 1.96.96 e mettendo in campo tanti strumenti social e digital per affrontare questa crisi sociale ed educativa.

Non abbiamo mai fatto mancare il nostro supporto, nella quotidianità come nell’emergenza. Ma il crescente disagio psicologico ci impone di potenziare ulteriormente il servizio, con un numero maggiore di operatori sempre più preparati e competenti.

I bambini devono essere messi al centro dell’attenzione di tutti, soprattutto ora che sono nell’ombra delle loro stanze, in pericolo.

Non ve lo chiediamo perché è Natale, ma perché è la cosa giusta da fare. Mettiamo i bambini prima di ogni altra cosa. Aiutiamoli. Soprattutto ora.