Qualche consiglio pratico per cercare di risolvere il problema.

Reagire non conviene mai. Cerca di non rispondere ai messaggi via chat, ai commenti provocatori, alle mail: daresti solo soddisfazione a chi sta cercando di disturbarti. 

Una buona pratica può essere quella di bloccare subito e segnalare chi ti infastidisce.

Il 18 giugno 2017 è entrata in vigore la cosiddetta “legge sul cyberbullismo”. Secondo questa legge ciascun minore ultraquattordicenne (o i suoi genitori) vittima di cyberbullismo può inoltrare al titolare del trattamento o al gestore del sito internet o del social media un’istanza per l’oscuramento, la rimozione o il blocco dei contenuti diffusi nella rete. Se entro 24 il gestore non avrà provveduto, il minore può rivolgere la stessa richiesta al Garante per la protezione dei dati personali, che rimuoverà i contenuti entro 48 ore. Il Garante ha pubblicato suo sito il modello per la segnalazione da inviare a: cyberbullismo@gpdp.it.

Conserva sempre le cose che il bullo scrive di te: potrebbero tornare utili quando sarà chiamato a rispondere delle sue azioni.

Non sentirti in colpa: ciò che sta accadendo non dipende in alcun modo da te.

Parlarne con un adulto di cui ti fidi può rivelarsi prezioso. O contatta Telefono Azzurro: una persona esperta di cui ti puoi fidare, che conosce bene questo genere di problemi è sempre disponibile ad ascoltarti e a darti un aiuto.

Puoi trovarci al numero 1.96.96, gratuito ed attivo tutti i giorni h24 oppure sulla chat (accessibile in basso) attiva dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 22.00; sabato e domenica dalle 8.00 alle 20.00.

10 Novembre 2019

Potrebbe interessarti anche...

Ragazzi

Editoriale

Il cyberbullismo è quella forma di violenza messa in atto tramite le nuove tecnologie: su chat di WhatsApp, sui social (inbox e commenti), sulla mail, sui forum online, con le telefonate.

Scopri di più

Ragazzi

Pubblicazione

Sai che contro il cyberbullismo esiste una legge, la numero 71 del 29 maggio 2017? Si tratta del primo strumento di legge che ha definito ed affrontato questo problema.

Scopri di più

Ragazzi

Pubblicazione

Può succedere di non essere la vittima di cyberbullismo, ma di assistere ad episodi di questa violenza. Un amico, un conoscente improvvisamente divenuto bersaglio di un bullo. Cosa fare?

Scopri di più

Sempre al tuo fianco

Nessun problema è troppo grande o troppo piccolo. Siamo qui per te 24 ore al giorno, 7 giorni a settimana.

Chiama 19696

Quando hai bisogno di parlare, chiamare è il modo più veloce

Chatta con noi

Connettiti con un nostro operatore in real-time con la nostra webchat

Scrivici

Preferisci scriverci? Nessun problema, contattaci via e-mail

Clicca e Segnala

Hai trovato
contenuti illeciti
e/o inadeguati?