Il Servizio 114 Emergenza Infanzia è gestito da Telefono Azzurro, senza soluzione di continuità, dal 2003, anno della sua istituzione.

Da allora Telefono Azzurro ha gestito attraverso il 114 oltre 20.000 casi di emergenza.

114 emergenza infanzia

Il Servizio è rivolto a chiunque intenda segnalare situazioni di emergenza e disagio potenzialmente nocive per lo sviluppo psico- fisico di bambini e adolescenti, garantendo i necessari collegamenti in rete con le Istituzioni e le strutture territoriali competenti.

Nel 2015 è stato introdotto il servizio di traduzione simultanea in 20 lingue, allineate nel corso del 2017 alle lingue disponibili negli altri servizi di emergenza (es. 112 e 118), con l’obiettivo di avvicinare l’utenza di origine straniera e facilitarne la richiesta di aiuto in situazioni di emergenza e/o rischio e pregiudizio.

Il canale della linea telefonica risulta essere il più utilizzato, anche se l’obiettivo del Servizio è quello di avvicinarsi sempre più ai bisogni ed ai canali utilizzati da bambini e ragazzi. Per tal motivo, oltre alla chat, è stata inserita nel 2017 anche la possibilità di contattare il 114 tramite l’app di messaggistica istantanea Whatsapp.

Il 43,7% dei casi gestiti rientra nell’area abuso e violenza (es.  Abuso fisico, abuso psicologico, abuso sessuale, patologie della cura, testimoni di violenza domestica). Nel 60% delle situazioni l’ambiente domestico si conferma essere teatro dei casi gestiti dal Servizio ed i genitori (39,3% madre e 31,6% padre) i principali presunti responsabili delle situazioni riferite.

Il modello adottato è multi-agency e ogni singolo caso può richiedere l’attivazione di più servizi e/o Agenzie del territorio contemporaneamente.