Immagine Info E Consigli 
In Primo Piano 

Sexting


Per saperne di più

I Quaderni di Telefono Azzurro (clicca sul titolo per leggere il Quaderno in formato pdf):

Hai trovato la risposta alla tua domanda?


Se non l’hai trovata, scrivici a letuedomande@azzurro.it.
Risponderemo al più presto alla tua email.
Se invece hai bisogno di un aiuto immediato chiamaci all'19696 o ch@atta con noi

Sexting


Consigli per adulti

Diversi studi recenti sottolineano consigli pratici per genitori ed adulti. 

  • Informati, il sexting non è infrequente. Ancora troppo spesso gli adulti tendono a ignorare l’esistenza del fenomeno o a sottostimarne la pervasività, mostrandosi inconsapevoli del fatto che esso coinvolge molti adolescenti. Informatevi sull’esistenza di questo fenomeno e parlatene ai vostri figli. È importante che i genitori affrontino l’argomento del sexting con i loro figli in un contesto adeguato. Chiedete ai vostri figli se ne hanno mai sentito parlare (magari non conoscono il termine specifico). 
  • Chiedi. E’ importante parlarne con i figli: avere un dialogo aperto e sereno sulla sessualità, sui cambiamenti del corpo, sullo sviluppo e l’identità sessuale, può dar loro modo di aprirsi in generale e rispetto al sexting in particolare. Affrontate l’argomento in maniera tranquilla e non inquisitoria, questo aiuterà i vostri figli a capire meglio i rischi connessi al fenomeno, riducendone i molteplici rischi.
  • Se hai scoperto immagini, testi o video sessualmente espliciti sul telefonino di vostro figlio, assicurati che sia consapevole dei rischi connessi all’invio di queste immagini. Allo stesso modo, se vieni a sapere che tuo figlio ha ricevuto una foto di nudo che ritrae un altro adolescente, assicurati che non la invii a nessuno. Questa può comunque essere un’occasione per instaurare un dialogo con i tuoi figli riguardo al tema della sessualità.
  • Comprendi le motivazioni. E’ importante che tu capisca perché la ragazza/il ragazzo invia proprie foto/video. Nel parlarne con tuo/a figlio/a, rimani calmo, mostrati accogliente e supportivo e cerca di capire i motivi alla base di questo comportamento (se lo ha fatto impulsivamente per gioco, se lo considera una “prova d’amore”, o se è stato costretto/a da qualcuno). E’ possibile che l’invio sia espressione di interesse per l'avvio di un rapporto, serva al mantenimento di un rapporto già esistente, o perché vogliono feedback sul proprio corpo. Tutte queste motivazioni, tipiche del periodo adolescenziale, possono essere importanti per i ragazzi. 
  • Parla delle conseguenze. E’ importante che i ragazzi siano informati sulle conseguenze di questo tipo di comportamenti. Può aiutarli a ragionare sui loro comportamenti e a renderli consapevoli sulla possibilità di un utilizzo non appropriato delle loro immagini/video. Spiegategli del rischio di essere accusati di produzione e distribuzione di materiale pedopornografico.
  • Valuta. Valutate se parlarne con gli altri ragazzi coinvolti e con i loro genitori, e comunque rivolgetevi alla Polizia Postale e delle Comunicazioni o a Telefono Azzurro.
  • Puoi chiedere un consiglio o un aiuto a Telefono Azzurro, chiamando il numero 1.96.96, oppure contattando Telefono Azzurro anche via chat, tutti i giorni dalle 16.00 alle 20.00, accedendo al sito www.azzurro.it e cliccando su “ch@tt@ con Telefono Azzurro!”. 
  • Se sei online Telefono Azzurro è anche in Facebook, tramite una APP specifica. La app è raggiungibile all’indirizzo https://www.facebook.com/pages/SOS-Il-Telefono-Azzurro-Onlus/44991281207 o cercando in “Persone, luoghi, oggetti” Telefono Azzurro e selezionando l’Applicazione “SOS – Telefono Azzurro onlus” nell’elenco che compare nel menu a tendina.
  • Se ti trovi in una situazione di emergenza e pericolo immediato puoi invece chiamare il numero gratuito 114
 
 

Hai trovato la risposta alla tua domanda?


Se non l’hai trovata, scrivici a letuedomande@azzurro.it.
Risponderemo al più presto alla tua email.
Se invece hai bisogno di un aiuto immediato chiamaci all'19696 o ch@atta con noi

Sexting


Consigli per ragazzi

Di seguito presentiamo alcuni consigli per ragazzi, che saranno loro utili per sapere come comportarsi ed evitare i rischi connessi al sexting:

  • E’ illegale! Non accettate né mandate foto o video sessualmente allusivi, o che ritraggono voi o i vostri amici nudi o in pose provocanti. Se lo fate, indipendentemente dal fatto che si tratti di vostre foto personali o di qualcun altro, potreste essere accusati del reato di produzione o distribuzione di materiale pedopornografico (cioè materiale pornografico che ritrae soggetti minorenni). Potreste essere contemporaneamente autori di reato e vittime, se le foto che inviate sono le vostre! Anche conservare all’interno del proprio computer/smartphone immagini di questo tipo può essere rischioso, in quanto potreste essere accusati di detenzione di materiale pedopornografico.
  • Le conseguenze negative non sono solo a livello legale. Provate a pensare al danno psicologico e alle conseguenze emotive (e sulla vostra reputazione!) derivanti dal sapere che le vostre foto più intime, che potete aver consapevolmente inviato al/la vostro/a fidanzato/a, potrebbero, nel caso in cui litighiate o vi lasciate, essere inviate dal/la vostro/a ex a tutte le persone che conoscete…e non solo! Una volta che un’immagine viene immessa nel circuito di Internet, può essere distribuita o archiviata on-line e chiunque, anche sconosciuti o malintenzionati, possono avervi accesso; la vostra sfera più intima potrebbe essere così a disposizione degli sguardi indiscreti di tutti ed esibita per sempre sulla Rete. 
  • Non diffondere anche tu! Se ricevete un’immagine di sexting sul cellulare, per prima cosa non inviatela a nessun altro (potreste commettere il reato di distribuzione di pedopornografia!). Parlatene poi con i vostri genitori o con un adulto di cui vi fidate. Raccontategli l’intera storia in modo che possa avere tutte le informazioni per aiutarvi. Non agitatevi se gli adulti a cui vi siete rivolti decidono di parlare con i genitori degli altri ragazzi coinvolti: è il modo migliore per tenere voi e i vostri amici lontano da guai più seri!
  • Informa e condividi ciò che sai. Se ricevete questo tipo di foto da un vostro amico o da qualcuno che conoscete, è importante informarlo che il sexting è contro la legge e che non deve inviare più materiale di quel tipo. In questo modo, gli farete un grosso favore, perché gli eviterete il rischio di incorrere in conseguenze più serie, nel caso venisse informata la Polizia!
  • Parlane alle persone di cui ti fidi. Se il vostro amico non smette di mandare foto di questo tipo, parlatene ai vostri genitori e considerate l’opportunità di parlarne con i suoi genitori e con gli insegnanti. 
  • Se vi imbattete o venite coinvolti in situazioni di sexting, ricordate che potete sempre rivolgervi a Telefono Azzurro: potete chiamare il numero gratuito 1.96.96, attivo tutti i giorni dell'anno, 24 ore su 24, oppure contattarci anche via chat, tutti i giorni dalle 16.00 alle 20.00, accedendo al sito www.azzurro.it e cliccando su “ch@tt@ con Telefono Azzurro!”.
  • Se ti trovi in rete Telefono Azzurro è al tuo fianco anche in Facebook, tramite una APP specifica per aiutarti a tutelarti in rete. La app è raggiungibile qui o su Facebook cercando in “Persone, luoghi, oggetti” Telefono Azzurro e selezionando l’Applicazione “SOS – Telefono Azzurro onlus” nell’elenco che compare nel menu a tendina.

Hai trovato la risposta alla tua domanda?


Se non l’hai trovata, scrivici a letuedomande@azzurro.it.
Risponderemo al più presto alla tua email.
Se invece hai bisogno di un aiuto immediato chiamaci all'19696 o ch@atta con noi

Sexting


Quali sono le conseguenze del Sexting?

Una foto o un video sessualmente esplicito può avere conseguenze davvero dannose se ne viene “perso il controllo”. Il ragazzo/la ragazza che, dopo un litigio con il/la partner mette online per vendetta materiali privati rischia di causare danni sia a livello psicologico che di immagine pubblica della persona ritratta. Attualmente si sta ancora indagando rispetto alle conseguenze del sexting, ma è ragionevole ritenere che siano analoghe a quelle di altri fenomeni: diminuzione dell’autostima della vittima, insorgenza di episodi depressivi o di sintomi ansiosi, paura, frustrazione, problemi scolastici e/o familiari, fino ad arrivare a idee suicidarie o, come i casi di cronaca ci hanno mostrato, alla vera e propria messa in atto del comportamento. Si tratta di esiti gravi che hanno, inoltre, notevoli ripercussioni sullo sviluppo psicofisico di bambini e adolescenti.

La possibilità che le immagini o i video siano visibili a lungo crea conseguenze a lungo termine, e queste immagini o video possono essere inoltrati da altri, non inizialmente considerati dal primo inviante dei video/delle immagini. Questa diffusione, che si replica nel tempo, può finire con il danneggiare, sia in termini psicologici che sociali, sia il ragazzo/la ragazza soggetto della foto/del video che colui/coloro che hanno contribuito a diffonderla.
Essere consapevoli di quali conseguenze può comportare l’aver inviato o diffuso immagini, testi o video sessualmente espliciti è importante, perché può essere sintomo di altri comportamenti sessuali a rischio. Recenti studi internazionali hanno mostrato che l’invio di immagini sessualmente esplicite (o testi o video) si associa spesso ad altri comportamenti a rischio, di tipo sessuale ma anche riferibili ad abuso di sostanze o di alcool (Rice et al., 2012; Temple et al., 2012). 
 

Hai trovato la risposta alla tua domanda?


Se non l’hai trovata, scrivici a letuedomande@azzurro.it.
Risponderemo al più presto alla tua email.
Se invece hai bisogno di un aiuto immediato chiamaci all'19696 o ch@atta con noi

Sexting


Come reagiscono i ragazzi?

I ragazzi sono divertiti o fa loro piacere ricevere immagini testi o video sessualmente espliciti (29, 1% e 30,1% dei partecipanti all’Indagine Nazionale sulla condizione dell’Infanzia e dell’Adolescenza in Italia, 2012), ma 1 adolescente su 10 ne è infastidito: il dato sale ad 1 adolescente su 5, se ragazza.

I ragazzi sono scarsamente consapevoli della possibilità di perdere il controllo della foto/del video che inviano e questo li porta a sottovalutare i rischi connessi al fenomeno. I ragazzi non sembrano inoltre essere consapevoli di scambiare materiale pedopornografico, che può anche finire, fuori dal controllo di chi ha pubblicato la foto/il video e/o dei diretti interessati, in “mani sbagliate”. 
 

Hai trovato la risposta alla tua domanda?


Se non l’hai trovata, scrivici a letuedomande@azzurro.it.
Risponderemo al più presto alla tua email.
Se invece hai bisogno di un aiuto immediato chiamaci all'19696 o ch@atta con noi

Pages