Eventi Traumatici


Quali sono le possibili conseguenze?

La reazione di un bambino o di un adolescente non dipende solo dalle caratteristiche dell’evento traumatico ma anche da altri fattori:

  • livello di esposizione all’evento traumatico (ad es: E’ stato in pericolo di di vita? Ha vissuto dei lutti?);
  • condizioni che precedono l’evento traumatico (ad es, età del bambino al momento del trauma, genere, disabilità fisiche o mentali precedenti; precedenti eventi traumatici/stressanti);
  • fattori successivi all’evento traumatico (ad es, supporto ricevuto dopo l’evento traumatico da genitori, familiari, insegnanti, amici, etc.) 
 
Studi recenti hanno dimostrato che le reazioni dei bambini e degli adolescenti ad eventi stressanti possono essere tutt’altro che transitorie, anche nei soggetti in età prescolare, e possono persistere a lungo nel tempo. 
 
Le conseguenze possono essere di diversa natura e severità: paure, enuresi notturna, aggressività, irritabilità, depressione, ansia (in particolare, ansia da separazione), difficoltà di attenzione, abuso di sostanze (soprattutto tra gli adolescenti). 
 
Va ricordato che spesso il disagio dei bambini si esprime attraverso il corpo, ad esempio sotto forma di mal di testa o mal di pancia ricorrenti. Un disturbo che frequentemente si associa all’esperienza traumatica è il Disturbo Post-Traumatico da Stress (PTSD).
 
 

Hai trovato la risposta alla tua domanda?


Se non l’hai trovata, scrivici a letuedomande@azzurro.it.
Risponderemo al più presto alla tua email.
Se invece hai bisogno di un aiuto immediato chiamaci all'19696 o ch@atta con noi