Crisi economica


Crisi economica: quale percezione ne hanno bambini e adolescenti?

La crisi economica che l’Italia sta vivendo, la recessione, la disoccupazione, la perdita del potere d’acquisto delle famiglie entrano ormai nelle case di tutti gli italiani incessantemente, attraverso TG, Internet, discorsi in casa.

 
 
L’impatto della crisi è rilevante, anche perché, nel campione degli oltre 1000 bambini coinvolti nell’Indagine sulla Condizione dell’Infanzia e dell’Adolescenza in Italia 2012, da Telefono azzurro e Eurispes, interessa tre famiglie su dieci. 
 
Gli under 18, la prima generazione “figlia della precarietà” ne è quindi colpita, come tutte le generazioni e le stratificazioni sociali del Paese. 
 
E’ quindi non solo opportuno, ma necessario che anche in famiglia i bambini e gli adolescenti vengano interpellati su questo argomento, di cui sono perfettamente consapevoli e proattivi.
 
Infatti il 28,7% dei bambini tra i 7 e gli 11 anni vive in un contesto familiare interessato dalla crisi economica. Si tratta sicuramente di un dato al ribasso, influenzato sia dalla capacità di captare le problematiche e le preoccupazioni dei genitori, sia dalla volontà di questi ultimi di non coinvolgere i piccoli. A conferma di ciò l'alto tasso di non risposta (10,2%), come pure quello indicato tra gli stessi bambini più grandi di età tra i 10 e gli 11 anni (40,8%, contro il 28,2% di quelli tra i 7 e i 9 anni), che si dimostrano più consapevoli della crisi che sta colpendo il nostro paese.
Tra l’altro, dall’Indagine 2012 emerge che sono i bambini che vivono nel Sud Italia (38,9%) e nelle Isole (28,7%) ad avvertire una maggiore difficoltà economica delle famiglie, dato in linea con quanto riportato anche dall’Indagine Eurostat di recente uscita (2013).
 
Per quanto riguarda gli adolescenti, invece, il dato impressiona, anche perché ci dimostra come la capacità di percepire la crisi sia molto più ampia.  
Anche se i genitori cercano di non far pesare sulle esigenze dei figli le difficoltà economiche (infatti solo in 2 casi su 10 i ragazzi hanno visto ridotta la propria paghetta) la famiglia di 1 adolescente italiano su 2 è infatti stata colpita dalla crisi, e questo dato è letteralmente raddoppiato rispetto a due anni fa: se nel 2010 più di un adolescente su quattro riteneva che la crisi economica avesse colpito la propria famiglia (29%), oggi ben la metà dei ragazzi (50,1%) si dice consapevole della difficile situazione economica che vive in prima persona nella propria famiglia. 
Preoccupa ancora di più il fatto che 1 famiglia su 4 si trovi in una situazione economica così grave da avere difficoltà ad arrivare alla fine del mese.
 
La crisi colpisce in particolare i genitori rispetto a cambiamenti nella condizione lavorativa (1 genitore su 10 degli adolescenti ha perso il lavoro, ed il trend cresce per la riduzione di orario di lavoro, capitata ad 1 genitore su 6). Una condizione gradualmente peggiorata rispetto alla rilevazione del 2010, quando la situazione occupazionale era rimasta la stessa nel 74,5% dei casi, laddove solo il 18,9% degli adolescenti riferiva cambiamenti nella situazione lavorativa dei genitori.
 
 

Hai trovato la risposta alla tua domanda?


Se non l’hai trovata, scrivici a letuedomande@azzurro.it.
Risponderemo al più presto alla tua email.
Se invece hai bisogno di un aiuto immediato chiamaci all'19696 o ch@atta con noi