Abuso e maltrattamento


Cosa si intende per abuso sessuale?

Per abuso sessuale si intende il coinvolgimento di soggetti immaturi in attività sessuali, in assenza di consapevolezza e possibilità di scelta, in violazione dei tabù sociali o delle differenze generazionali. Le attività sessuali includono sia rapporti sessuali veri e propri, sia forme di contatto erotico, sia atti che non prevedono un contatto diretto.

Quando si parla di abuso sessuale, si fa riferimento quindi ad un evento che può variare in modo sostanziale in base alla tipologia, al grado di invasività, alla relazione che intercorre tra bambino e autore dell’abuso, alla consapevolezza della vittima rispetto a quanto accade, alla frequenza con cui l’abuso si verifica.

 

La diffusione degli abusi sessuali su bambini e adolescenti in Italia

La quantificazione degli abusi sessuali commessi su bambini e adolescenti in Italia è ancora molto lacunosa. In assenza di una banca dati a livello nazionale che permetta una rilevazione omogenea e un sistematico monitoraggio della casistica, i dati disponibili sono pochi e non esaustivi.

I dati più aggiornati a nostra disposizione sono quelli forniti dall’Istat (2014), riferiti al 2013, nel quale le denunce all’Autorità Giudiziaria sono state 523 per atti sessuali con minorenne, 155 per corruzione di minorenne, 489 per pornografia minorile e detenzione di materiale pedopornografico.

I minorenni non sono solo vittime, ma sempre più spesso autori di reati sessuali: l’ISTAT ha evidenziato come tra i reati commessi da minori nell’anno 2013, 146 riguardassero atti sessuali con minorenne (144 commessi da ragazzi e 2 da ragazze) [ISTAT, 2014] [1].

Tali numeri si riferiscono, tuttavia, esclusivamente alle denunce sporte all’Autorità Giudiziaria - e, quindi, non comprendono tutti quegli abusi che non vengono denunciati – delle quali non è possibile sapere se si siano concluse con una condanna o se, invece, i procedimenti aperti siano stati archiviati o siano terminati con un’assoluzione.

Data l’importanza di analizzare attentamente tutti i dati a disposizione, Telefono Azzurro ha svolto una ricerca sulle segnalazioni giunte alla sua attenzione nel periodo gennaio-dicembre 2014.

Su 5862 segnalazioni pervenute al Centro Nazionale di Ascolto (linea 19696), alla linea 114 Emergenza infanzia e alla chat di Telefono Azzurro, il 3,2 % ha riguardato situazioni di abuso sessuale e pedofilia.

Sono in aumento preoccupante rispetto al 2013 i casi con motivazione prevalente episodi di adescamento on-line e pedopornografia, corrispondenti rispettivamente al 14,2% e all'8% delle segnalazioni totali di abusi sessuali su bambini e adolescenti giunte al 114. Nel 2013 i casi di adescamento sulla linea 114 Emergenza infanzia costituivano il 4,9% e quelli di pedopornografia il 4,4% delle chiamate per situazioni di violenza sessuale.

 

[1] Istat (2014) Reati dei minori in carico agli uffici di servizio sociali per i minorenni per tipologia di reato, nazionalità e sesso nell'anno 2013. Tavola 6 Available from: http://www.istat.it/it/archivio/144081

Hai trovato la risposta alla tua domanda?


Se non l’hai trovata, scrivici a letuedomande@azzurro.it.
Risponderemo al più presto alla tua email.
Se invece hai bisogno di un aiuto immediato chiamaci all'19696 o ch@atta con noi