Milano, 8 febbraio: gli stakeholder del digital a confronto

Safer Internet Day 2016

“Modelli di business tramite la rete e tutela dei diritti dei bambini e degli adolescenti”

Centro Congressi ABI

Via Olona 2

Milano, 08 Febbraio 2016

 

La XIII edizione del Safer Internet Day, giornata internazionale istituita e promossa dall’Unione Europea, coerentemente alle attuali raccomandazioni dell’Agenda digitale per l’Europa e gli obiettivi della strategia della Commissione Europea "Europa 2020",  propone quest'anno il tema: “Play your part for a better Internet”, su cui interverranno esperti e stakeholder di riconosciuto rilievo, afferenti al panorama nazionale e internazionale del mondo istituzionale, accademico ed aziendale, tra cui Ernie Allen, direttore della Rete Internazionale We Protect, già Presidente del National Center for Missing & Exploited Children; già Presidente dell’International Centre for Missing & Exploited Children e Socio Onorario Comitato Direttivo de "SOS Il telefono Azzurro Onlus". È ormai sapere condiviso come Internet rappresenti oggi un luogo di ritrovo costantemente frequentato da bambini e adolescenti, connessi tra loro e con il resto del mondo. Per i bambini e gli adolescenti di oggi gli spazi e gli strumenti della Rete - web, chat, social network, Istant Messaging – sono parte integrante dei processi comunicativi, di socializzazione di conoscenza, di creatività ed espressione.

Le nuove tecnologie e Internet permeano la vita dei ragazzi e delle famiglie. Per i ragazzi come gli adulti, internet influenza non solo i processi di costruzione dell’identità e di gestione dell’immagine di sé, ma anche la socializzazione e la ricerca di un partner, l’elaborazione di una separazione da una persona cara. La rete incide su modi, tempi e contenuti delle conversazioni familiari, sta cambiando le priorità e le modalità educative, condiziona abitudini e scelte di ogni giorni: abitudini a tavola, ai ritmi sonno veglia, alle modalità di acquisto. Insegnare ai bambini il valore e il significato della moneta nell’era virtuale rappresenta una sfida: senza uno scambio “tangibile” come viene percepito il valore del denaro? Cosa significa per un adolescente acquistare attraverso i bitcoin? Come prevenire il gioco d’azzardo online o la spesa “accidentale” di ingenti somme di denaro da parte dei bambini che navigano nella rete?

Il web rappresenta al contempo terreno fertile per potenziali insidie e pericoli, che i giovani spesso identificano ma dai quali non sempre sanno – o riescono – a difendersi. Il tema della sicurezza in rete resta quindi prioritario e, per certi versi si estende ed acquisisce complessità. Accanto alle posizioni di chi mette l’accento sulla libertà di internet, sulla libertà di accesso sull’autoregolamentazione e l’autodifesa (i ragazzi devono poter accedere alla rete e, come in altri ambiti della vita, imparano autonomamente a gestirne i rischi) si moltiplicano atteggiamenti repressivi, che individuano nella limitazione dell’accesso e dell’esplorazione l’unica modalità di gestione di rischi e pericoli.   

L'ambizione del Safer Internet Day 2016 organizzato da Telefono Azzurro è offrire ragionata continuità al confronto positivo avviato nelle precedenti per la definizione di modelli concettuali e operativi proficui per la promozione del benessere in rete, la prevenzione e la gestione efficace di ogni situazione di pericolo. L’approccio di Telefono Azzurro a queste tematiche intende essere innovativo, caratterizzandosi per una focalizzazione su conoscenze scientifiche, accresciuta consapevolezza, competenza, coinvolgimento attivo ed empowerment – degli adulti come dei ragazzi e delle aziende - quali fattori di protezione.

Ha senso una “politica della proibizione” quale quella adottata, oltre che da molte famiglie italiane, dalla Commissione Europea che innalza a 16 anni l’età per l’iscrizione ai social network? E’ possibile pensare a regole, strumenti e, ove necessario, limiti, che possano favorire la libera e serena esplorazione di Internet da parte di bambini e adolescenti? Quale può essere per un’azienda l’interesse a conciliare il proprio modello di business con l’attenzione al mondo dell’infanzia che si muove nella rete?

 

PROGRAMMA MATTINO

9.00 - 9.30

Registrazione partecipanti

9.30

Saluto delle Autorità e inizio dei lavori

Moderatori sessione mattutina
Claudio Calì - Giornalista Sky
Alberto Contri - Presidente Fondazione Pubblicità e Progresso

Introduzione
Ernesto Caffo - Presidente di “S.O.S. Il Telefono Azzurro Onlus” e Docente Ordinario
di Neuropsichiatria Infantile presso l’Università di Modena e Reggio Emilia

Elio Borgonovi - Docente Ordinario Analisi delle Politiche e Management Pubblico
presso l’Università Bocconi e Presidente del CERGAS

Angela D’Onghia - Sottosegretario di Stato del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Interventi
Ernie Allen - Chairman at We Protect - International Network, Washington
Caterina Bortolini - ICT Coalition, Bruxelles
Giovanni Buttarelli - Garante Europeo Protezione Dati Personali, Bruxelles
John Carr - Senior Expert Advisor to the International Telecommunication Union, Londra
Sandro Castaldo - Docente di Economia e Gestione delle Imprese, Università Bocconi
Caterina Chinnici - Europarlamentare - Vicepresidente Intergruppo sui diritti dei minori
Michele Colajanni - Docente Ordinario Ingegneria
dell’ Informazione presso l’Università di Modena e Reggio Emilia

Amela Efendic - Presidente INHOPE, Sarajevo
Alfonso Fuggetta - CEO presso CEFRIEL e Docente Ordinario del Dipartimento di Elettronica, Informazione
e BioIngegneria del Politecnico di Milan
o
Susie Hargraves - IWF Chief Executive, Cambridge
Cesar Alonso Iriarte - Policy Officer, DG Home Affairs and Migration European Commission, Bruxelles
Giovanna Milella - Presidente Fondazione Fiera del Libro di Torino
Janice Richardson - INSAFE e coordinator of the European Network Against Bullying in Learning and Leisure Environments - ENABLE, Londra
Roberto Sgalla - Direttore Centrale delle Specialità della Polizia di Stato
Roberto Viola - General Director at Dg Connect, European Commission, Bruxelles

PROGRAMMA POMERIGGIO
14.30 – 17.30
Tavola rotonda
GIOVANI E SICUREZZA IN RETE: UNA ROAD MAP PER IL FUTURO

Moderatore
Michele Colajanni - Docente Ordinario Ingegneria dell’Informazione presso l’Università di Modena e Reggio Emilia

Interventi
Laura Bononcini - Head of Public Policy, Facebook Italia
Giorgio Bramati - Consumer Partner Manager, Intel Security
Anna Maria Giannini - Docente Ordinario della facoltà di Psicologia della “Sapienza” Università di Roma Giovanni Iodice - Manager Sustainability Projects, Telecom Italia
Morten Lehn - General Manager Italy, Kaspersky Lab
Enrico Martines - Direttore Formazione, Sviluppo ed Innovazione Sociale, Helwett Packard Enterprise Andrea Stazi - Public Policy and Government Relations Manager, Google Italia
Federica Zanella - Presidente Corecom Lombardia

Saranno presenti rappresentanti di

Microsoft, Samsung, Poste Italiane

Tavola rotonda
BAMBINI, ACQUISTI ON LINE E MONETA VIRTUALE

Moderatore
Elio Borgonovi - Docente Ordinario Analisi delle Politiche e Management Pubblico presso l’Università Bocconi e Presidente del CERGAS

Interventi
Giovanna Boggio Robutti - Direttore Generale, Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio Caterina Flick - Avvocato, Ordine degli Avvocati di Roma
Sergio Moggia - DG Consorzio BANCOMAT®
Giovanna Ivana Neffat  Head of Business Development & Client Protection UniCredit
Emanuela Rinaldi - Ricercatrice in Sociologia presso l’Università di Udine

Saranno presenti rappresentanti di
Ebay e Poste Italiane 

 

Con il Patrocinio di:

·      Senato della Repubblica

·      Camera dei Deputati

·      Ministero della Giustizia

·      ​Ministero della Salute​

·      Garante per la protezione dei dati personali

·      Autorità Garante per l’Infanzia​ e l’Adolescenza

·      ​Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia​

·      ​FIMP

·      SIP​​

Si ringrazia per la collaborazione: Fondazione Child per lo studio e la ricerca sull'infanzia e l'adolescenza.

 

Si ringrazia il Safer Internet Center Italiano - Generazioni Connesse per aver promosso l’evento nell’ambito delle iniziative realizzate in occasione del Safer Internet Day 2016 in Italia.

 

 

PER PARTECIPARE ALLA GIORNATA: eventi@azzurro.it